EFFETTUIAMO SPEDIZIONI PERSONALIZZATE IN TUTTA ITALIA - scrivi a lapulce.fumetti@tiscali.it oppure chat di FACEBOOK

Dettaglio Notizia

Dettaglio Notizia

N°:71 del 07/11/2011

LEGION 75 E WALTER RICCIO

Ciao amici. É sempre un piacere conoscere, anche soltanto per posta elettronica, una persona gentile e disponibile. Così si è dimostrato Walter Riccio nel volermi dedicare del tempo, con una bella presentazione del suo ultimo lavoro. Vi lascio alle sue parole. Nell'allegato trovate un paio di disegni.
Grazie Walter.

Legion 75 è una miniserie composta di sei albi e sarà pubblicata bimestralmente da Star Comics.

Legion 75 ha una struttura inusuale per il fumetto italiano. In ogni albo saranno infatti presenti due storie, ciascuna con un proprio protagonista, delle quali seguiremo lo svolgimento per il corso dell’intera miniserie. In ogni episodio ci saranno “capitoli” di 15-16 tavole, alternati per ciascuno dei due protagonisti. Gli albi saranno autoconclusivi: al loro interno verranno aperti e chiusi singoli scenari, gettando però le basi per l’episodio successivo. Ogni albo sarà infatti strettamente inserito nella continuity della serie, che vedrà il “problema principale” risolto solo alla conclusione del sesto albo.

La nascita di un’idea è sempre un evento imprevisto e imprevedibile. In particolare, per quanto riguarda Legion 75, mi hanno sempre incuriosito quelle storie che vedono al centro della narrazione un problema che viene vissuto in maniera diversa da personaggi differenti. Addirittura in epoche lontane fra loro, anche se nel nostro caso si tratta solamente di una decina d’anni.

Nel nostro caso il problema è una nuova specie biologica creata in laboratorio, appunto la Legione, destinata a prendere il posto dell’essere umano. Byron Truman, un killer tossicodipendente che mette le sua abilità al servizio dell’MI6, vive la propria avventura nel 1975, proprio pochi giorni prima che la Legione faccia la sua comparsa. L’Uomo senza nome è un sopravvissuto che non ricorda più nulla del proprio passato e si muove nel 1985, in un mondo in cui la Legione è ormai la specie dominante.

Legion 75 può essere inserito nell’ampia definizione di Speculative Fiction. Non c’è un unico genere di riferimento, è piuttosto un mix di generi diversi che vanno dall’avventuroso al fantascientifico, passando per il dark e l’horror. Si tratta di un genere fantastico ibrido, sperimentale, che si definisce new weird o slipstream (si pensi ai romanzi di Valerio Evangelisti che hanno per protagonista l’inquisitore Nicholas Eymerich, per fare un esempio a noi vicino).

Al lavoro su Legion75 c’è un team di artisti eccezionali, che hanno fatto vivere le pagine di sceneggiatura tramite la loro esperienza ed il loro entusiasmo: Daniele Statella e Marco Fara, Massimiliano Bergamo, Simone Delladio, Walter Trono e Renato Riccio. Le copertine sono di Giuseppe Candita, i colori di Spartaco Lombardo.

Perché leggere Legion75? Perché è divertente, nel tradizionale, vero senso della parola, che è quello etimologico di de-vertere, far prendere altra direzione, andare nella direzione opposta e quindi distrarsi. L’attenzione del lettore verrà catturata e portata avanti per tutte le 96 pagine del fumetto. Lo stile di scrittura è veloce, dinamico, senza inutili digressioni o spiegoni, disseminato di indizi ed elementi “anomali” per incuriosire il lettore ed incatenarne l'attenzione. Sebbene vi sia anche spazio per la riflessione, la storia è caratterizzata da un ritmo frenetico e da un livello di azione piuttosto elevato. E poi, ci sono anche i Motörhead…

Il sito della miniserie è:  http://legion-75.blogspot.com/

( Scarica Allegato )